Don Gioacchino



Sabino Leone


Un extravergine molto complesso ed armonico, al naso prevale la mandorla verde accompagnata da sentori in lieve identità come il gambo di carciofo, la foglia di pomodoro ed erbe officinali. Al gusto molto equilibrato con amaro e piccante decisamente presenti e in armonia tra loro con sentori di cicorietta selvatica e mandorla amara. Abbinamenti: carni rosse, zuppa di legumi, insalate con radicchio e ruchetta selvatica, orecchiette con le cime di rape.